L’ibclc è una figura professionale preparata a sostenerti rispettando le tue richieste e desideri, con un codice deontologico ben preciso e nel pieno rispetto delle evidenze scientifiche e del Codice di Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno

L’ibclc informa la donna, non prende decisioni al suo posto nè la invita a percorrere una strada piuttosto che l’altra. L’ibclc concorda, insieme alla mamma ed in piena collaborazione con essa, la strategia migliore e più fattibile per lei in quel momento della sua vita, informandola correttamente riguardo alle pratiche quotidiane di gestione ed accudimento che possono incidere sull’allattamento e declinandole insieme a lei nella sua vita e nella sua specifica pratica quotidiana.

Per questo motivo ogni consulenza è a sè e diversa a seconda della diade mamma/bimbo che si ha di fronte e della famiglia che la circonda.

L’accurata osservazione clinica, l’ascolto attento della sua storia e dei suoi desideri, il sostegno empatico, i suggerimenti condivisi ed informati con la donna, sono i punti principali del modo modus operandi di ogni consulente ibclc. La formazione di base , l’esperienza personale e la professionalità specifica di ciascuno completano ed arricchiscono ogni consulente in modo diverso e peculiare.

QUANDO E COME PUO' ESSERTI UTILE UN IBCLC

  • IN GRAVIDANZA

    • informazioni preparto sull’avvio e la fisiologia della lattazione
    • informazioni preparto specifiche in caso di labiopalatoschisi o altre problematiche
  • AL PARTO - IN OSPEDALE

    • supporto in fase di avvio della lattazione subito dopo il parto e in sala parto (breast crawl, skin to skin...)
    • avvio e mantenimento della lattazione in caso di separazione dal neonato o nei casi di gemellarità, bambini prematuri o con patologie, bimbi con labiopalatoschisi
    • controllo posizione ed attacco al seno, prevenzione ragadi, gestione della montata, ottimizzare la produzione di latte
  • A CASA

    • prevenire problemi, controllare attacco e posizione, gestione e crescita del bambino
    • per risolvere ragadi, ingorghi, ed altre problematiche
    •  per tornare ad un allattamento esclusivo e aumentare la produzione di latte
    • durante il periodo dello svezzamento
    • per gestire il rientro lavorativo e mantenere la produzione di latte
    • in caso di patologie sia della mamma che del bimbo (diagnosi, farmaci e cure) durante l’allattamento
    • per accompagnare durante la conclusione del proprio allattamento